La cerimonia di chiusura di 'Un'Allergia per Amica"

Si è svolta lunedì 23 maggio presso MUBA – Museo dei Bambini di Milano la cerimonia di chiusura del progetto “Un’Allergia per Amica”, proposto da Lofarma nel corso dell’anno scolastico 2021/2022 alle classi terze delle scuole primarie di Milano, Roma, Firenze e Messina con il patrocinio di SIAIP - Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica.


L’evento è stata l’occasione per celebrare i protagonisti di questa iniziativa di responsabilità sociale: i bambini. Ecco allora che ieri sono stati celebrati gli 8 bimbi che con i loro disegni hanno saputo rappresentare al meglio un supereroe in grado di combattere le allergie.


- Claudia Abbate – Scuola Michele Trimarchi dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII – Villaggio Aldisio di Messina

- Desirée De Meo – Plesso Beata Eustochia dell’Istituto Comprensivo Paradiso di Messina

- Gaia Battisti – Scuola Oasi Madre Serafina di Roma

- Alessia De Zuliani – Scuola Oasi Madre Serafina di Roma

- Tea Rose Pozzi – Scuola Monticelli di Firenze

- Giulia Gambini – Scuola Monticelli di Firenze

- Gabriele Mona – Istituto Cor Jesu di Milano


Protagonista indiscussa della giornata è stata Sofia Petaccia della Scuola Luigi Galvani di Milano, autrice del disegno che meglio ha rappresentato il concetto di “Supereroe contro le allergie”. Sofia, presente con tutta la sua classe, ha avuto l’occasione di vedere il suo disegno realizzato sottoforma di mascotte ufficiale del progetto e di vivere con i suoi compagni un momento speciale all’interno del MUBA, visitando in esclusiva la mostra Natura.


Sofia Petaccia della scuola Luigi Galvani di Milano con Giampaolo Manta, Direttore Marketing e strategie Operative Lofarma SpA e la mascotte "Scacciaecciù", il Supereroe contro le allergie.

Giampaolo Manta, Direttore Marketing e strategie Operative Lofarma SpA ha commentato così: “Oggi è un giorno speciale: la conclusione di un progetto a cui teniamo particolarmente e che ci ha accompagnati ininterrottamente da settembre ad oggi. Entrare nelle scuole italiane e poter fare formazione è stato per noi un onore perché solo in questo modo abbiamo potuto portare consapevolezza su un tema a noi tanto caro, ma sul quale c’è ancora confusione e mancanza di informazione. Lofarma ha lavorato con dedizione affinché il progetto potesse servire per far comprendere che con un’allergia respiratoria si può vivere serenamente, adottando i giusti accorgimenti e che non vi deve essere alcuna discriminazione verso chi è allergico”. Infine ha aggiunto: “Vorrei fare un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno reso possibile questo progetto e, in particolare, a tutti i bambini che hanno accolto “Un’Allergia per Amica” con tanto entusiasmo.


“Un’Allergia per Amica” si chiude all’insegna del successo: il progetto ha coinvolto bambini, genitori, insegnanti e pediatri in un importante approfondimento sul tema delle allergie respiratorie in età pediatrica consegnando oltre 3000 libricini informativi e più di 300 poster nelle 30 scuole primarie coinvolte, contando oltre 500 persone partecipanti ai quattro webinar tematici e coinvolgendo in prima persona i pediatri delle quattro città protagoniste del progetto.



I bambini e il poster che è arrivato in tutte le scuole e gli studi pediatrici.

“Un’Allergia per Amica” è un progetto nato dalla consapevolezza che l’incidenza delle allergie respiratorie pediatriche è in aumento e che sempre più, soprattutto tra i giovanissimi, sarà essenziale sostenere il concetto: sono allergico, ma non sono diverso dagli altri”.


I bambini al lavoro per realizzare la loro proposta creativa di Scacciaecciù.